Come usare estrattore di succo: guida passo passo e video

L’estrattore succo a freddo è un piccolo elettrodomestico sempre più utilizzato dalla maggior parte dei consumatori privati e Ho. Re. Ca che vogliono nutrirsi in modo sano e salutare. Ecco la guida passo passo e video per iniziare ad utilizzarlo.

Acquistare uno slow juicer è la migliore scelta ed alternativa sul mercato per preparare estratti di frutta e verdura, latti, zuppe, salse e nettari in modo assolutamente veloce e comodo.

Per questo è importante predisporre di una guida utile che fornisca tante rilevanti informazioni su come usare l’estrattore di succo passo dopo passo.

Sembra difficile usare un estrattore di succo, ma una volta fatta un po’ di pratica e presa dimestichezza con il piccolo elettrodomestico da cucina, è possibile realizzare diverse preparazioni culinarie assolutamente salutari.

Un piccolo appunto e suggerimento prima di seguire la guida passo dopo passo con il video incorporato all’interno dell’articolo è quello di acquistare il modello più adatto alle esigenze personali e professionali in modo tale da ottenere il massimo delle performance prestazionali del piccolo elettrodomestico.

Primo step: montare l’estrattore succo

Il primo passo necessario per iniziare ad utilizzare l’estrattore succo è quello di montare l’estrattore succo per assicurare il corretto funzionamento del piccolo elettrodomestico.

Tutti componenti dell’estrattore succo devono essere montati ed assemblati in modo certosino (motore, filtro, coclea, etc.): si ricorda che ogni modello e brand acquistato può richiedere una procedura di montaggio differente, per questo è bene leggere sul libretto delle istruzioni che si reperisce all’interno del package, ovvero della confezione che si acquista su Amazon.

Cercando di standardizzare al massimo la procedura di montaggio di un qualsiasi estrattore di succo (che può differire da brand a brand), è importante incastrare il contenitore (in vetro o in plastica) nel corpo motore del piccolo elettrodomestico.

All’interno del recipiente devono essere montati il filtro e la vite idraulica di Archimede (coclea) che sono le parti componenti essenziali per procedere con la produzione del succo di frutta, di verdura, di latte vegetale, di salsa, nettare, etc.

Si proceda con la chiusura del recipiente incastrato sul corpo motore che lavorerà le materie prime immesse all’interno della bocca del piccolo elettrodomestico.

Richiudere con coperchio ad incastro e verificare che sia ben chiuso dato che durante il processo di pressione della frutta o verdura potrebbe fuoriuscire del liquido e sporcare il tavolo o la zona di appoggio dello slow juicer.

Nonostante possa sembrare difficile montare i componenti dell’estrattore succo, una volta acquisita la giusta manualità e seguite le istruzioni riportate ed illustrate sul libretto d’uso è possibile pervenire alla fase di montaggio finale dello slow juicer.

Se si sbaglia qualche step nel montare tutti i componenti è facile accorgersene dato che l’intera struttura apparirà non correttamente assemblata e non funzionante al momento dell’accensione ed avvio piccolo elettrodomestico.

Pertanto, occorre fare attenzione che ogni componente sia correttamente incastrato l’uno con l’altro per evitare di ricominciare da capo l’intero procedimento di assemblaggio.

Secondo passo: inserire frutta e verdura dalla bocca estrattore

Una volta che l’estrattore succo è correttamente assemblato e montato, si deve pretagliare ed immettere tutti gli ingredienti (frutta e verdura) dalla bocca del tubo di inserimento all’interno del recipiente.

Per gli estrattori succo per uso domestico, la bocca ha una dimensione contenuta dell’ordine di 5 cm, mentre quelli ad uso professionale (addetti comparto Ho. Re. Ca) la “taglia” del tubo di immissione può raggiungere dimensioni dell’ordine di 15/20 cm.

Data la dimensione contenuta della bocca di immissione degli estrattori succo (uso domestico) è importante pretagliare la frutta e verdura che si vuole lavorare all’interno del recipiente.

Un consiglio utile è quello di sbucciare e di eliminare i semi della frutta oltre a tagliare a pezzetti piccoli gli ortaggi in modo tale da facilitare l’operazione di lavorazione e ridurre il tempo di preparazione estrattore succo.

Grazie al pestello è possibile spingere delicatamente gli alimenti giù per il tubo di inserimento della frutta e verdura già pretagliata. Un consiglio utile per ama preparare il latte vegetale da mandorla o riso è quello di ammollare la frutta secca o i cereali o le noci in quanto potrebbero danneggiare l’estrattore succo durante la preparazione.

Terzo step: lavorazione succo

Una volta inseriti frutta e verdura all’interno del recipiente è necessario avviare la preparazione vera e propria del succo.

Basta accendere l’estrattore succo attraverso il pulsante di avvio ed iniziare a lavorare tutti gli ingredienti per produrre l’estratto succo, latte, nettare, salsa, zuppa, brodo, etc.

Se lo slow juicer prevede un basso numero di giri si deve lasciare in funzione il motore anche per circa 20 minuti: la maggior parte dei modelli reperibili in commercio indicano come tempo massimo di utilizzo circa 30 minuti per evitare che il motore si surriscaldi.

Si può selezionare l’opzione “reverse” qualora si bloccassero ingredienti (specie frutta secca, noci e semi) all’interno del recipiente estrattore succo.

Durante la lavorazione degli ingredienti è bene tenere il tappo salva goccia, basta aprirlo una volta che il processo di preparazione è terminato.

Un consiglio utile concerne la preparazione di succhi preparati da alimenti solidi e liquidi (ad esempio ananas e cocco) è meglio in questi casi alternare l’introduzione dei pezzi di frutta in modo tale da agevolare la lavorazione ed ottenere un succo dalla consistenza “morbida” e vellutata.

Ecco una lista di ingredienti a cui prestare attenzione ed alternare con altri alimenti caratterizzati dalla componente acquosa: agrumi, ciliegie, cocco, cereali integrali, mandorle, riso, frutta secca, albicocche, banane, avocado, mango, semi, etc.

Quarto passo: la pulizia e la corretta manutenzione

Come si può visualizzare dal video, dopo aver ottenuto il succo è importante procedere con la corretta pulizia e manutenzione dell’estrattore succo: è fondamentale lavarlo in maniera accurata dopo ogni utilizzo, onde evitare che vi si accumulino depositi e residui che, a lungo andare, si incrostano sedimentandosi.

I depositi e i residui sono veicoli di batteri che rischiano di compromettere il funzionamento dell’apparecchio, oltre a cagionare problemi di igiene.

Tutti i componenti devono essere smontati, sciacquati sotto l’acqua corrente e lasciati sotto una soluzione di acqua, aceto e limone.

Evitare il contatto con candeggina, ammoniaca etc. dato che provoca l’usura dei vari componenti che rischiano di opacizzarsi e rovinarsi.

Meglio utilizzare una spazzolina con le setole morbide che aiutano a eliminare le incrostazioni in profondità; una volta pulito, anche il corpo macchina deve essere pulito con un panno umido.

La parte più importante da pulire è il filtro dato che viene a contatto e pressa la frutta e la verdura: un eventuale residuo può comportare la comparsa di batteri e di colonie di microrganismi e muffe che cagionano problemi di igiene.

All’interno del packaging è possibile reperire una spazzolina ed un kit di pulizia utile per assicurare la manutenzione del piccolo elettrodomestico.

Questa fase è particolarmente importante per assicurare una corretta alimentazione dei tuoi bambini e per preservare la longevità dell’estrattore succo nel tempo.

Come usare estrattore di succo: guida passo passo e video
1 (20%) 1 vote
4019 4026 4389 4384 4401 4399 4372 4397 4346 4360
Back to top